Emissioni Zero con le Energie Rinnovabili

Emissioni Zero con le Energie Rinnovabili

Vediamo quali dovranno essere gli obiettivi da porsi nell’immediato futuro per contenere i cambiamenti climatici e cercare di raggiungere il sogno delle emissioni zero con le energie rinnovabili.

L’accordo di Parigi e l’energia

Limitare l’aumento delle temperature medie globali a 1,5 gradi Celsius richiede che tutti i settori dell’economia raggiungano zero emissioni di anidride carbonica (CO2) all’inizio della seconda metà di questo secolo. Ciò presenta notevoli sfide tecniche ed economiche, in particolare in alcuni settori dell’industria e dei trasporti ad alta intensità energetica. Queste sfide, tuttavia, non possono più essere rimandate.

L’accordo di Parigi, nel chiedere una rapida decarbonizzazione, ha focalizzato l’attenzione sul settore energetico come una delle principali fonti di emissioni globali. Gli ultimi studi dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) mostrano che la finestra di opportunità si sta chiudendo rapidamente per un’azione significativa per contrastare la minaccia climatica globale.
Le opzioni che consentirebbero solo riduzioni parziali delle emissioni, quindi, non sono sufficienti. I responsabili politici e gli investitori del settore devono concentrarsi in modo infallibile sull’ampliamento delle poche opzioni coerenti con il raggiungimento dell’obiettivo di emissioni zero. La maggior parte di queste opzioni si basa sulle tecnologie delle energie rinnovabili.

Quattro delle industrie a più alta intensità energetica e tre settori chiave dei trasporti si distinguono come i più difficili da decarbonizzare. Insieme, questi sette settori potrebbero rappresentare il 38% delle emissioni di energia e di processo e il 43% dell’uso finale di energia entro il 2050, a meno che non vengano perseguiti ora importanti cambiamenti politici.

La decarbonizzazione dell’industria pesante e dei trasporti

I settori più importanti e difficili da decarbonizzare riguardano l’industria intensiva di acciaio, ferro, cemento, alluminio e in generale petrolchimica. L’altro settore è certamente quello del trasporto merci, dell’aviazione e delle rotte marittime. I progressi in questi settori sono stati finora limitati.
Ma due modifiche negli ultimi anni dovrebbero consentire tagli più rapidi e più profondi delle emissioni. In primo luogo, le società di tutto il mondo sono arrivate a riconoscere la necessità di una decarbonizzazione profonda in tutti i settori. In secondo luogo, riduzioni costanti e continue dei costi per le energie rinnovabili aprono una gamma più ampia di opzioni tecnologiche.

Le tecnologie per l’energia rinnovabile, insieme alle batterie e ad altre tecnologie abilitanti, si sono dimostrate efficaci e convenienti, in ogni paese, per una gamma crescente di applicazioni. Le energie rinnovabili mostrano un potenziale maggiore, sia per l’uso diretto di energia che come materie prime. Questo li rende fondamentali per raggiungere l’obiettivo zero emissioni.

Le sfide per raggiungere emissioni zero

Nessuna delle opzioni individuate, tuttavia, è ancora commercialmente matura o pronta per un’ampia adozione. Le sfide riguardano: costi elevati per nuove tecnologie e processi; la necessità di abilitare le infrastrutture prima della domanda; operazioni altamente integrate e pratiche consolidate; esigenze di investimenti irregolari, ingenti e a lungo termine; rischi di business per i first mover, compresi i costi aggiuntivi e il conseguente “carbon leakage” a favore dei concorrenti.

Affrontare queste sfide richiede molta più attenzione e creatività rispetto a quelle attualmente applicate. Sono inoltre urgentemente necessarie azioni settoriali e trasversali. Uno dei primi passi deve essere una strategia basata sulle energie rinnovabili per l’industria e i trasporti con il chiaro obiettivo finale di zero emissioni.
Ciò, a sua volta, richiede strategie settoriali interconnesse a livello locale, nazionale e internazionale, costruite sui cinque pilastri tecnologici di riduzione della domanda ed efficienza energetica, elettricità rinnovabile, calore rinnovabile e biocarburanti, idrogeno verde ed e-fuel e
tecnologie di rimozione del carbonio. Le energie rinnovabili potrebbero rappresentare oltre l’80% delle riduzioni di emissioni di CO2 necessarie.

Fonte (Reaching zero with renewables 2020-IRENA)

Ti piace? Condividilo con i tuoi amici

Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter
Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on linkedin
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Domenico Buoniconti

Domenico Buoniconti

Astrofisico e Global Change Ecologist, studio con grande passione le energie rinnovabili per avere, giorno dopo giorno, un quadro sempre più chiaro del mercato energetico e di tutte le tecnologie pronte ad imporsi nel prossimo futuro.
Domenico Buoniconti

Domenico Buoniconti

Astrofisico e Global Change Ecologist, studio con grande passione le energie rinnovabili per avere, giorno dopo giorno, un quadro sempre più chiaro del mercato energetico e di tutte le tecnologie pronte ad imporsi nel prossimo futuro.

Continua a leggere...

Generare Elettricità dalle Ombre?

Generare Elettricità dalle Ombre?

Le ombre sono spesso associate all’oscurità e all’incertezza. Ora, i ricercatori del NUS (National University of Singapore) stanno dando alle ombre una svolta positiva dimostrando

Leggi altro »
Questo Sito utilizza alcuni tipi di cookie necessari per il corretto funzionamento dello stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la Cookie Policy. Cliccando su Accetta, acconsenti all’utilizzo dei Cookie.