Report IPCC Climate Change 2021: le basi fisiche

Report IPCC Climate Change 2021: le basi fisiche

Il sesto rapporto di valutazione dell’IPCC conferma che è indiscutibile che l’influenza umana ha contribuito al riscaldamento del sistema climatico, aumentando la temperatura superficiale globale. Il rapporto fornisce un aggiornamento sulle basi della scienza fisica del cambiamento climatico e conferma che non si torna indietro da alcuni cambiamenti che stanno già influenzando il sistema climatico. Qui una sintesi dei punti chiave del “Report IPCC Climate Change 2021: le basi fisiche”.

I fenomeni estremi sempre più frequenti

I recenti cambiamenti climatici sono diffusi, rapidi e sempre più intensi e gli impatti stanno interessando ogni regione della Terra, inclusi gli oceani. Molte condizioni meteorologiche e climatiche estreme come ondate di calore, forti piogge, siccità e cicloni tropicali sono diventate più frequenti e gravi. Il rapporto fornisce un atlante degli impatti regionali osservati e futuri, che consentirà ai responsabili politici e a tutte le altre parti interessate di informare meglio le politiche climatiche a livello regionale e locale.

Report IPCC Climate Change 2021: le basi fisiche

Nei prossimi anni il riscaldamento supererà 1,5°C

Il rapporto identifica che il livello delle emissioni future determinerà il livello del futuro aumento della temperatura e la gravità del futuro cambiamento climatico e gli impatti e i rischi associati. Non solo le concentrazioni di CO2 sono aumentate nell’atmosfera terrestre, ma anche il tasso di aumento è accelerato. Il rapporto mostra che le emissioni di gas serra delle attività umane sono responsabili di circa 1,1°C di riscaldamento dal 1850-1900 e rileva che, in media, nei prossimi 20 anni, la temperatura globale dovrebbe raggiungere o superare 1,5°C di riscaldamento.

A meno che non vi siano riduzioni rapide, sostenute e su larga scala delle emissioni di gas serra che causano il cambiamento climatico, tra cui CO2, metano e altri, l’obiettivo di limitare il riscaldamento globale a 1,5°C rispetto ai livelli preindustriali, come sancito dall’accordo di Parigi, sarà fuori portata.

Report IPCC Climate Change 2021: le basi fisiche

Sforzi attuali del tutto insufficienti

Questa valutazione della scienza più recente è un severo avvertimento per quanto riguarda il benessere della società umana e di tutta la vita sulla Terra. È la testimonianza del fatto che gli sforzi per ridurre le emissioni di gas serra negli ultimi decenni sono stati del tutto insufficienti.

Per quanto riguarda i negoziati intergovernativi sui cambiamenti climatici, il 2021 segna un anno cruciale in cui le nazioni presentano i loro contributi determinati a livello nazionale (NDC) nuovi o aggiornati, che incarnano gli sforzi e le azioni di ciascun paese per rispondere ai cambiamenti climatici e ridurre le emissioni.

Una sintesi iniziale di NDC nuovi o aggiornati presentati all’inizio del 2021 ha mostrato che gli sforzi collettivi sono molto al di sotto di quanto richiesto dalla scienza per limitare l’aumento della temperatura globale entro la fine del secolo a 2°C, per non parlare dell’obiettivo desiderato di meno di 1,5°C.

Report IPCC Climate Change 2021: le basi fisiche

Sono necessarie riduzioni immediate di emissioni

Una politica e un’azione sane si basano su una scienza solida. Come sottolinea il Summary for Policy Makers dell’IPCC, limitare il riscaldamento a 1,5°C può essere ottenuto solo attraverso riduzioni immediate e significativamente maggiori. L’unico modo per raggiungere questo obiettivo è attraverso la rapida attuazione di NDC più ambiziosi.

Al momento, solo poco più della metà di tutte le parti dell’accordo di Parigi ha presentato NDC nuovi o aggiornati.

Tutte le nazioni che non l’hanno ancora fatto, hanno ancora l’opportunità di presentare ambiziosi NDC. Le nazioni che hanno già presentato NDC nuovi o aggiornati, hanno ancora l’opportunità di rivedere e migliorare il loro livello di ambizione. Lo sforzo collettivo di tutte le presentazioni sarà catturato in un rapporto di sintesi aggiornato, che sarà reso disponibile nel corso dell’anno.

Data l’ultima valutazione della scienza fisica alla base del cambiamento climatico, accettare e raccogliere la sfida di una crescente ambizione deve essere la via da seguire. Perseguire gli sforzi verso 1,5ºC attraverso l’attuazione di ambiziosi NDC è essenziale per il nostro futuro e per il benessere delle generazioni future.

Leggi il report completo

Ti piace? Condividilo con i tuoi amici

Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter
Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on linkedin
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Domenico Buoniconti

Domenico Buoniconti

Astrofisico e Global Change Ecologist, studio con grande passione le energie rinnovabili per avere, giorno dopo giorno, un quadro sempre più chiaro del mercato energetico e di tutte le tecnologie pronte ad imporsi nel prossimo futuro.
Domenico Buoniconti

Domenico Buoniconti

Astrofisico e Global Change Ecologist, studio con grande passione le energie rinnovabili per avere, giorno dopo giorno, un quadro sempre più chiaro del mercato energetico e di tutte le tecnologie pronte ad imporsi nel prossimo futuro.

Continua a leggere...

Generare Elettricità dalle Ombre?

Generare Elettricità dalle Ombre?

Le ombre sono spesso associate all’oscurità e all’incertezza. Ora, i ricercatori del NUS (National University of Singapore) stanno dando alle ombre una svolta positiva dimostrando

Leggi altro »
SDG 15: Vita sulla Terra

SDG 15: Vita sulla Terra

L’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, adottata da tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite nel 2015, fornisce un modello condiviso per la pace e

Leggi altro »
Questo Sito utilizza alcuni tipi di cookie necessari per il corretto funzionamento dello stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la Cookie Policy. Cliccando su Accetta, acconsenti all’utilizzo dei Cookie.